Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X


Per sfogliare il giornale clicca sull'immagine


 
Connetti
Utente:

Password:



LIFE

Femen Topless Jihad per Amina

Le Femen oggi hanno protestato a Milano e a Kiev a difesa di Amina Tyler, l'attivsta che ha postato su Facebook le sue foto in topless, scatenando l'ira dei conservatori islamici.

redazione
giovedì 4 aprile 2013 14:54

Continua la "Topless Jihad" del gruppo di attiviste Femen a difesa di Amina e contro l'Islam radicale in varie città europee. Questa mattina tre attiviste hanno protestato a seno nudo davanti al consolato della Tunisia, in viale Marche a Milano. Le tre ragazze hanno manifestato con urla e cartelli ("Bare breast against islamism" oppure "Free Amina") a difesa di Amina Tyler, la ragazza tunisina che ha postato su Facebook le sue foto in topless, scatenando l'ira dei conservatori islamici che ne chiedono la lapidazione. Dopo circa venti minuti le attiviste di Femen si sono allontanate.

Protesta anche a Kiev davanti alla moschea di con lo slogan "Amina libera" tatuato sul corpo.

Commenti
  • Claudia Epifani 04/04/2013 alle 18:43:36 rispondi
    Il fatto che abbiate sentito il bisogno di censurare i capezzoli nell'ultima foto, fa pensare...