Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X


ART

Pisa, antagonisti in piazza: scontri con la polizia

Al Cnr di Pisa si stavano celebrando i 30 anni della prima connessione a internet italiana, quando alcuni manifestanti hanno provato a superare il cordone di agenti

Desk2
venerdì 29 aprile 2016 12:16

Scontri a Pisa tra manifestanti e polizia
Scontri a Pisa tra manifestanti e polizia

"Spiace per gli scontri che si sono registrati questa mattina, sono abbastanza incomprensibili". Lo ha detto il premier Matteo Renzi in collegamento video con l'internet Day. "Stiamo discutendo di come Internet possa aiutare il Paese a creare competitività. E' una di quelle cose su cui non ha proprio senso litigare, anzi bisogna coinvolgere più persone possibili".

Scontri tra manifestanti e la polizia si sono verificati questa mattina, 29 aprile 2016, a margine del corteo promosso da centri sociali, sindacati di base e collettivi universitari al quale ha aderito anche l'associazione vittime del salva banche.

Quando il corteo ha raggiunto la recinzione dell'area del Cnr di Pisa, dove era in corso la celebrazione dei 30 anni della prima connessione a internet italiana alla presenza del ministro Stefania Giannini e con un collegamento video con il premier Matteo Renzi, gli agenti hanno caricato per far disperdere i manifestanti.

Quando gli antagonisti, in testa al corteo, hanno raggiunto la rete, si sono avvicinati minacciosamente al cordone di poliziotti schierati a protezione, gli agenti hanno allontanato i giovani in testa al corteo, con un paio di cariche di alleggerimento. I manifestanti hanno reagito con un fitto lancio di oggetti e ortaggi. Un poliziotto è ferito a una gamba. Ferito anche un reporter. Un giovane è stato fermato. Matteo Renzi è intervenuto sull'argomento, dichiarando: "Scontri incomprensibili". La situazione è poi tornata alla normalità.

Il corteo, composto da oltre 500 persone molte delle quali giunte anche da fuori città, fino a quel momento aveva attraversato le vie del centro di Pisa senza disordini. I manifestanti hanno però scandito slogan contro il governo e il Pd.

Al momento l'area dove si stanno svolgendo le celebrazioni è blindata e a far da scudo ci sono centinaia di poliziotti e carabinieri in tenuta anti sommossa. Chiuse le principali arterie del traffico cittadino.